LA FELPA

Nessuna intenzione di ammorbarvi con i miei sogni. Questo non è altro che un pensiero a chi ha tanto e non concede nulla.
Buona lettura eddy

LA FELPA
Con una mano tiene Il telefonino attaccato all’orecchio e con l’altra spinge il carrello uscendo dal supermercato.
Un Cingalese uno di quelli che stazionano davanti ai supermercati le si avvicina offrendole di portarle il carrello per aiutarla a posare i sacchetti nel bagagliaio dell’auto per poi riportare il carrello e recuperare la moneta.
Nessuna parola solo un cenno di assenso con la testa e togliendo la mano dal carrello.
Sempre seguitando a parlare lo lascia spingere, in prossimità dell’auto preme un tasto delle chiavi, l’auto lampeggia e si apre.
Il Cingalese si dirige verso il portello posteriore lo apre e vi colloca due buste con gli acquisti effettuati, riabbassando il portello si accorge che c’è una multa che sfila dal tergicristallo e la consegna alla signora.
Un’espressione seccata sul volto e con un gesto nervoso getta la multa sul sedile dell’auto.
Il cingalese si accorge che c’è una moneta di plastica nella fessura del carrello, lo fa notare alla signora, che a sua volta con un gesto “come voler dire non mi seccare” gli fa cenno di allontanarsi per poi entrare nell’auto.
Il Cingalese con un espressione dispiaciuta lascia il carrello e senza dire niente si dirige verso il supermercato.
Il carrello abbandonato a se stesso dopo pochi attimi a causa della pendenza scivola andando ad urtare l’auto.
La signora inviperita scende a osservare l’ammaccatura imprecando contro il cingalese che ormai è rientrato nel supermercato.
(animali “impreca verso l’extracomunitario” che cosa aspettano a cacciarli via è il commento della signora)
Risale in auto ingrana la marcia e parte.
Al primo semaforo rosso prende la multa e legge il motivo. “Parcheggiava sopra le strisce pedonali”.
Non si è mai staccata dal telefonino, sta parlando con la sua migliore amica.
Lo vuoi sapere cosa mi è successo …. un cretino di questi extracomunitari ha lasciato il carrello del supermercato e mi ha danneggiato l’auto.
Poi mi hanno fatto una multa, pensa ho solo lasciato due minuti l’auto in prossimità delle strisce pedonali.
Invece di dare la caccia ai malfattori o fare piazza pulita di questi parassiti perdono il tempo a fare multe.
Arrivata davanti casa liquida l’amica con; scusa ti chiamo dopo sto entrando nel garage li non ho campo…ciao ciao ciao ci sentiamo dopo baci.
Parcheggia l’auto recupera le buste del supermercato e una busta di carta con un pacco al suo interno.
Seccata del peso delle buste osserva sui due lati se mai ci fosse qualcuno ad aiutarla.
Decide sbuffando di dirigersi verso l’ascensore. Spinge il bottone per arrivare al piano della sua abitazione.
Entra in casa si dirige verso la cucina poggia le buste sul tavolo. Chiama il figlio che sta davanti al computer, non si è neanche girato ha solo detto ciao “ma” seguitando a digitare sui tasti.
Negli occhiali si intravedono dei colori di un gioco tanto di moda tra i giovani.
Lo richiama è gli dice Luigino guarda nella busta cosa ti ha comprato la mamma, mentre ripone gli acquisti nel frigorifero.
Luigino dai fai contenta la mamma guarda cosa ti ho comprato?.
Seccato da tanta insistenza si distoglie dal computer , va verso il tavolo apre la busta ne estrae il contenuto aprendo la confezione. Un maglione son una scritta in Inglese. Una scritta di un’improbabile università americana.
Lo guarda lo rigira sbuffa e esordisce con …. ma mamma non mi piace.
Ma dai è così bello sono i colori che più preferisci, dai provalo vedrai che ti sta bene e ti piacerà.
No non mi piace , perché non mi hai preso quello della Nike quello della squadra di basket.
Dai provalo vedrai che poi ti piace.
Sbuffando seccamente inizia ad infilarselo.
COLORE VERDE MUSCHIO – UNIVERSITY OF CHARLOTEVILLE – delle scritte in un latino come FIDE FIDELIS ecc ecc. Che fanno da contorno a uno scudo crociato con tanto di leone alla sommità del tipo come quelli che troviamo sui castelli Inglesi.
La testa entra nella felpa e scivola dal basso per poi uscire dal collo , si avverte il naso e i classici movimenti di quando una testa a breve la vedremo uscire.
Dalla parte alta si intravedono dei capelli scuri che spuntano dalla scollatura. Essendo nuovo dovrà spingere quel tanto per far attraversare la testa.
Un tiro più deciso e dal maglione dell’improbabile università americana fuoriesce il volto di un bambino africano che con occhi gioiosi li abbassa per leggere la scritta capovolta e lascia le mani scivolare sul petto dall’alto verso il basso accarezzandolo.
“Ci troviamo in un villaggio africano in una periferia fatta di povertà “
Raggiante gira la testa verso la madre , anche lei felice dell’espressione gioiosa del figlio per aver gradito quel dono.
Si lancia verso la mamma l’abbraccia e le sue corte braccia la cingono alla vita, sussurrandogli ……
grazie mamma.

11Paola Ant, Franca Cino e altri 9

Visto da 78

  • 0
  • 0
  • 0
  • 0
  • 0
  • 0
  • 0
  • 0
  • 0

I miei articoli

UNA FAVOLA

Eddy 14 04 2020     UNA FAVOLA E se la pandemia non sia altro che un modo come un altro per liberarsi dei nonni

continua a leggere »

ROYAL ENFIELD 2016

ROYAL ENFIELD 2016 La mia casa si trovava in una estesa pianura. Le montagne erano così distanti che per vederle bisognava arrivare alla città più vicina

continua a leggere »

CORONA VIRUS 19

CORONA VIRUS 19 Che sta succedendo ? cosa c’è realmente? Perché proprio a noi? Da quando è iniziata mi risulta che siano deceduti solo anziani,

continua a leggere »

PAPA’ ANDIAMO AL PARCO?

PAPA’ ANDIAMO AL PARCO? Suonano alla porta. “Chi è?” “Il corriere SPEDIZIONI, c’e un pacco per lei, deve scendere prego”. Evvai esulta felice papà, non

continua a leggere »

CARI GENITORI

22 04 2020 CARI GENITORI. Cari genitori, so che state attraversando un momento difficile. Quando mi avete adottato eravate pieni di amore e attenzioni, giuravate

continua a leggere »

Una risposta

  1. Magari potesse essere la stessa felpa, ma non credo. Quella della “signora” starà dimenticata in un cassetto, non mi sembra, la “signora” tipo da Caritas. Bel sogno!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

The maximum upload file size: 2 MB. You can upload: image, audio, video, document, spreadsheet, interactive, text, archive, code, other. Links to YouTube, Facebook, Twitter and other services inserted in the comment text will be automatically embedded.